Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Concerto della Nuova Orchestra Ferruccio Busoni

Data:

26/09/2021


Concerto della Nuova Orchestra Ferruccio Busoni

A chiusura della Feria Internacional de Libros de Coahuila, il 26 settembre alle ore 19:00 nell’auditorium dell’Universidad de Coahuila, l’Istituto Italiano di Cultura e l’Ambasciata d’Italia hanno il piacere di presentare il concerto che la Nuova Orchestra Ferruccio Busoni offrirá a celebrazione del Bicentenario della proclamazione dell’Indipendenza. L’orchestra presenterá un programma tutto barocco nel quale spiccano l’esecuzione integrale delle Quattro Stagioni di Vivaldi, il Concertone in Do Magiore di Giuseppe Tartini e il Recitativo in Re Minore di Francesco Antonio Bonporti.

Il concerto si terrá dal vivo presso l’Auditorum dell’Universidad Autónoma del Estado de Coahuila (UAEC), campus Arteaga, alle ore 19:00 di domenica 26 settembre. L’ingresso é libero. Per accedere alla sala é richiesto l’uso della mascherina.

L’ ORCHESTRA DA CAMERA “FERRUCCIO BUSONI”, complesso storico fondato nel 1965 da Aldo Belli, è una delle prime orchestre da camera sorte in Italia nel dopoguerra e la più antica della regione Friuli Venezia Giulia. L’orchestra si è posta all’attenzione del pubblico e della critica tenendo centinaia di concerti in Austria, Slovenia, Croazia, Germania, Svizzera, Russia, Tunisia e Italia, con solisti d’eccezione e nel 2013 ha inaugurato, come rappresentante dell’Italia, il Festival Internazionale Silver Lyre organizzato dalla Società Philarmonica di San Pietroburgo. Ha presentato molte opere in prima esecuzione assoluta, alcune dedicate all’orchestra. Ha registrato 24 CD per case discografiche come Velut Luna, Concerto Classics, Brilliant Classics, Warner Classics, Movimento Classical, Bongiovanni, Suonare News e Amadeus presentando brani in prima registrazione mondiale di importanti compositori.

L’orchestra Busoni è l’ideatrice e principale interprete delle Mattinate Musicali Internazionali al Museo Revoltella di Trieste, rassegna di musica da camera che vanta ventuno anni di attività e collabora regolarmente con prestigiosi enti come il Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni di Bolzano, l’accademia di alto perfezionamento Walter Stauffer di Cremona, il Concorso Internazionale Città di Vittorio Veneto e altri. Nel 2018 la rivista Amadeus ha pubblicato il CD contenente due Concerti di Giuseppe Tartini in prima registrazione mondiale registrati dalla Busoni insieme a Laura Marzadori, dedicando agli artisti la copertina. Nel dicembre 2020 e nel gennaio 2021 la rivista Suonare News pubblicato due CD con l’integrale delle opere per violino e orchestra di W.A. Mozart con i grandi giovani talenti dell’Accademia Stauffer.

MASSIMO BELLI é un pluripremiato violinista e direttore d’orchestra. Ha suonato da solista e diretto nelle più importanti sale in tutta Europa, ex unione Sovietica, Turchia e Sud America. Ha interpretato i principali concerti del repertorio violinistico accompagnato da importanti orchestre ed e’ stato primo violino di spalla dell’orchestra Giovanile Italiana, dell’Orchestra Busoni, della Haydn Philarmonia e primo violino e direttore dei Virtuosi dell’Ensemble di Venezia.

Ha registrato per radio e tv Italiana, sovietica, tedesca, jugoslava, brasiliana, austriaca e inciso per Sipario Dischi, Nuova Era e Tirreno Editoriale di Lugano. Attualmente incide per Concerto Classics, Brilliant Classics e Warner Classics. E’ professore di violino al Conservatorio di Trieste. Ha tenuto delle Masterclass al Conservatorio Reale di Murcia (Spagna), alla Hoochschule di Mannheim all’Accademia di Tallin e alla Bielorussian Accademy di Minsk. Recentemente ha diretto I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino e la Euro Sinfonietta Wien. In ottobre 2021 è prevista l’incisione discografica per Brilliant Classics di musica di Viotti e Cherubini con il violinista Massimo Quarta, e nel 2022 il debutto alla guida della North Czech Philarmonic orchestra alla Smetana Hall di Praga.

Il primo violino LUCIO DEGANI, premiato in vari concorsi nazionali ed internazionali, ha intrapreso un' intensa attività concertistica in Italia e all'estero sia come solista sia in formazioni cameristiche. Nel ruolo di violino principale e solista si è esibito nei più importanti teatri e sale da concerto del mondo come il Lincoln Center di New York, la Suntory Hall di Tokyo, il Musikverein di Vienna, il Mozarteum di Salisburgo, la Schauspielhaus di Berlino, La Scala di Milano, l' Opera e Salle Pleyel di Parigi, la sala del Conservatorio Tchajkovskij di Mosca. Ha suonato con illustri direttori e solisti (Salvatore Accardo, Pierre Amoyal, Yuri, Bashmet, James Galway, Lorin Maazel, Peter Maag, Riccardo Muti, Itzhak Perlman, Jean-Pierre Rampal, Mstislav Rostropovich, Giuseppe Sinopoli, Christian Thielemann, Uto Ughi, Narciso Yepes). Ha effettuato registrazioni radiofoniche e televisive in veste solistica per BBC, RAI, RAI TRADE, ORF, Radio France. Definito dalla stampa e dalla critica un violinista dotato di gran fascino e carisma in grado di raggiungere eccellenti livelli di virtuosismo ed espressività. Lucio Degani suona un violino Don Nicola Amati del 1734 ed è attualmente docente di violino presso il Conservatorio “Jacopo Tomadini di Udine.

Informazioni

Data: Dom 26 Set 2021

Orario: Alle 19:00

Ingresso : Libero


1347