Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

VIVEROS / Diego Gualandris /

Data:

22/10/2022


VIVEROS / Diego Gualandris /

VIVEROS è l'installazione dell'artista italiano Diego Gualandris, una scenografia di progettazione ambientale per il giardino dell'Istituto Italiano di Cultura e composta da piante mostruose, fiori tecnologicamente modificati e corpi non umani, assemblati con rifiuti artificiali e materiali organici, il cui mix è la legge naturale.

Inaugurazione 22.10.2022 h.13:00. Giardino dell'Istituto Italiano di Cultura 

La natura è, infatti, uno spazio teoricamente incerto e in continua mutazione che oggi ospita plastica, rifiuti umani, piante inanimate e nuovi composti materiali, all'interno dei quali i loro organismi mutanti si ibridano e convivono.

L'indagine artistica si ispira a Plantasia di Mother Earth, il titolo dell'album che il compositore e pioniere della musica elettronica Mort Garson ha registrato nel 1976, una sperimentazione pre-ambientale pensata per le piante e per coloro che le amano e un monito profetico sul riscaldamento globale.

Partendo dalla considerazione di una contemporaneità ibridata e denaturata, l'artista immagina nuovi organismi, viventi e non, per i quali generare uno spazio sonoro. L'ambiente umano ei suoi prodotti sono concepiti come un'immensa massa di materia che deve essere utilizzata in un processo che generi la connettività terrestre tra l'intero spettro del biologico e del sintetico. Infatti, l'unico e puro organismo biologico ha cessato di esistere a favore di complessi sistemi di comunicazione e relazione formati da manufatti le cui modalità di costruzione non sono limitate da alcuna architettura naturale.

VIVEROS suggerisce importanti limiti tra umano, natura e artificiale, e si costituisce come una figurazione non dicotomica della vita sociale e materiale che non vuole restaurare unità naturali, ma non si sottrae al desiderio di utopie concrete in cui le persone può vivere trasformando le comunità.

La giornata di inaugurazione si concluderà con un live set di DJ Lilia e Lilith pensati per le piante.

VIVEROS fa parte di Hacese Mundo, un programma pubblico curato da Matteo Binci, realizzato per l'Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico.

Diego Gualandris (Bergamo, IT, 1993) vive e lavora a Roma, IT. Si laurea in Pittura nel 2018 presso l'Accademia Carrara di Bergamo.

Tra le mostre recenti: 2021 - Fondazione Giuliani, a cura di A. Drake, I. Gianni, D. Vitali, Roma, IT; Pazzo Palazzo, Palazzo Monti, Brescia, IT; Italian Twist, Fondazione Imago Mundi, a cura di Mattia Solari, Elisa Carollo, Treviso, IT; Melme, Sonnenstube, Lugano, CH. 2020 – Quadriennale d'arte 2020, FUORI, a cura di Sara Cosulich e Stefano Collicelli, Palazzo delle Esposizioni, Roma, IT; ANTARES, ADA, Roma, IT. 2019 - The Italian open, Galerie Rolando Anselmi, Berlino, D. 2018 - Caradrio, con Riccardo Sala, Tile Project Space, Milano, IT; Il vello d'oro, Giorgio Galotti, Torino, IT; Figure di spago / Pratiche di narrazione, a cura di Caterina Molteni, Fondazione Baruchello, Roma, IT; L'isola portatile, a cura di Caterina Molteni, ADA, Roma, IT. 2017 - Gattacornia, Altalena, Maccagno, IT.

I progetti di residenze includono: 2021 - Palazzo Monti, Brescia, IT. 2019 - Castro, Roma, IT; Laboratorio di Pittura, Nuoro, Quadriennale di Roma. 2018 - Residenza la Fornace / Autunno, Spino d'Adda, IT. 2016 - VIR, Viafarini in residence, Milano, IT. Ha ricevuto la Pollock-Krasner Foundation Grant, NY, nel 2020.

Informazioni

Data: Da Sab 22 Ott 2022 a Sab 10 Dic 2022

Orario: Alle 13:00

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura

1510